Mostra di Mattia Paladini

Martedì 14 giugno 2016, alle ore 18.30, sarà inaugurata presso il centro PHOS – Centro polifunzionale per la fotografia e le arti visive di Torino (via Giambattista Vico, 1) la mostra Bianco–Ingenuo, di immagini fotografiche di Mattia Paladini, di Issogne, e di Sophie-Anne Herin, anch’essa valdostana.

Il progetto di Sophie-Anne Herin – si legge nella presentazione dell’esposizione – si allontana dalla convenzionale rappresentazione oggettiva del paesaggio montano e offre una visione sull’intimità dei luoghi. Il risultato è una proiezione mentale del territorio fotografato, ottenuta grazie ad un personale uso delle luci e dei colori, efficacemente sintetizzato con l’utilizzo dei light box.

Il lavoro di Mattia Paladini, al quale la Biblioteca comunale di Issogne ha dedicato una personale nel 2010, si concentra invece sul rapporto fra la montagna e chi la vive, uno sguardo privo di malizia su come l’uomo sia intervenuto nel paesaggio per cercare di renderlo vivibile, senza per questo riuscire ad intaccarne la reale natura. La ricerca personale del nostro concittadino si concentra sul paesaggio inteso come luogo d’intervento umano, di incontro tra natura e architettura. Nel suo lavoro l’urbanizzazione e l’uso del cemento nelle grandi opere stradali e architettoniche sono visti come elemento estetico che arricchisce il territorio.

La mostra sarà aperta dal lunedì al venerdì, dalle 15 alle 19,30.

Mattia Paladini