Incontro con Sara Collé al castello di Issogne

Incontri d’autore al castello: Sara Collé

La Biblioteca comunale annuncia che VENERDI’ prossimo 8 LUGLIO, alle ore 20.30, si svolgerà nel castello un incontro con Sara Collé, autrice del volume Il soffio che smuove. Le attività motorio-espressive nelle scuole dell’infanzia: la risposta della danza educativa ai bisogni degli allievi. La serata sarà condotta da Bianca Felesini,  presidente della Commissione di gestione della Biblioteca.

Nata ad Aosta nel 1991, residente a Issogne, Sara Collé si appassiona alla danza all’età di sei anni e nel 2008 entra a far parte di una associazione che si occupa di danza educativa. Si è laureata in Scienze della formazione primaria e lavora come insegnante nelle Scuole dell’infanzia.

Breve nota dell’autrice:
“Nella nostra società si è convinti che le attività intellettuali e i mestieri, dove si presuppone un lavoro “di testa”, siano i più importanti, difficili e meritevoli, mentre persiste ancora oggi il pregiudizio che tutto ciò che è espressività è sinonimo di svago. A mio parere, invece, tutto ciò che è espressività è necessità: necessità di potersi esprimere liberamente per poi imparare a farlo a voce e comunicare con gli altri; necessità di esprimere le proprie emozioni per poi imparare a gestirle; necessità di sfogarsi in attività artistiche per evitare di farlo in attività inutili o poco raccomandabili; necessità di fare attività collettive per evitare di isolarsi e per essere consapevoli di cosa significhi vivere in collettività; necessità di collaborare con gli altri, anche se hanno potenzialità differenti dalle mie; necessità di capire che tutti hanno potenzialità, in un campo o nell’altro. Sono convinta che la conoscenza del proprio corpo e delle proprie emozioni sia il punto di partenza per la futura conoscenza dell’altro, in un’ottica di rispetto delle emozioni e dell’espressione altrui, che sia verbale o corporea. La conoscenza e l’amore verso se stessi è ciò che ci conduce gradualmente all’estensione di questi concetti a ciò che è altro da noi. Magari potrà essere considerato solo un soffio, ma io credo che questo possa davvero smuovere le coscienze, ovvero spronarle ad uscire dall’apatia, dall’abitudine e dalla rassegnazione per condurle alla ricerca di nuovi significati.”

Locandina

Copertina libro Sara Collé